.

home

 

progetto

 

redazione

 

contatti

 

quaderni

 

gbeditoria


.

[ISSN 1974-028X]


RUBRICHE


attualit

.

ambiente

.

arte

.

filosofia & religione

.

storia & sport

.

turismo storico



 

PERIODI


contemporanea

.

moderna

.

medievale

.

antica



 

EXTEMPORANEA


cinema

.

documenti

.

multimedia



 

ARCHIVIO


.

storia & sport


N. 96 - Dicembre 2015 (CXXVII)

STORIA DEGLI AUSTRALIAN OPEN
PARTE IV - IL TORNADO NOVAK DJOKOVIC E LA FURIA SERENA WILLIAMS

di Francesco Agostini
 

Gli anni 2000 sono ricchi di un tennis dinamico e spettacolare. Sono anni di rottura in cui chiaro che l'Australian Open ha incrementato notevolmente il suo appeal verso tennisti e tifosi. Si pu orgogliosamente dire che lo slam australiano agli albori del nuovo millennio ha raggiunto la popolarit del Roland Garros e degli Us Open. Wimbledon ancora un gradino sopra, ma lo rispetto a tutti gli altri tornei e non solo all'Australian Open.

 

All'incremento della fama corrisponde anche un maggiore agio dei giocatori, anche di quelli pi famosi e riconosciuti in tutto il mondo. Un nome su tutti quello di Roger Federer. Lo svizzero a proprosito dell'Australian Open ha infatti dichiarato: rilassato. La citt pi piccola in confronto alle altre tre. Qui facile girare. Tutto abbastanza comodo. molto ben organizzato. Con questo non voglio dire che gli altri Slam non lo siano. Ma qui l'atmosfera molto bella e rilassata e ti aiutano tanto.

 

Scorrendo l'albo d'oro maschile, noteremmo innanzitutto lo strapotere del vecchio leone Andr Agassi che mette in bacheca l'edizione del 2000, del 2001 e del 2003. L'americano, oramai a fine carriera, ha ancora la forza di dire la sua su una superficie rapida come il cemento, adatta sicuramente ai pi giovani. Per il resto, i nomi che si susseguono sono quelli dei tennisti pi forti al mondo: Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, con le parentesi di Thomas Johansson (edizione 2002) e Stanislas Wawrinka (nel 2014).

 

Lo svizzero Federer ha all'attivo ben 4 Australian Open mentre Nadal solo uno. Grandi protagonisti,  vero, ma non come il serbo Novak Djokovic che, a detta del giornalista Vincenzo Martucci "ha azzerato indoor, cemento e terra rossa. Come Monica Seles, che con la risposta ha rivoluzionato il tennis donne, Novak Djokovic sta sconvolgendo non solo record e gerarchie, ma il gioco stesso degli uomini. Perch come il gemello diverso, Andy Murray, non fa differenza fra game di servizio e di risposta: al gong, subito dentro il campo, a rubare tempo ed iniziativa all'avversario, con l'acceleratore premuto e il radar puntato sugli angoli pi impossibili. Cos ha asfissiato la classe di Roger Federer, ma anche la tecnica di Rafa Nadal. Che, soffrendolo di fisico, lo subisce pure di testa".

 

Il risultato sono 5 Australian Open vinti a soli 28 anni e un futuro luminoso davanti agli occhi. Stando al suo livello di forma, il serbo ne potr vincere ancora molti altri. Ma non il solo. In campo femminile il suo omologo senza ombra di dubbio la statunitense Serena Williams, una vera e propria furia in campo, capace di arrabbiarsi per un errore banale anche se  sul 6/0, 5/0. Di una cattiveria incredibile. Serena ha vinto senza troppe difficolt le edizioni del 2003, 2005, 2007, 2009, 2010 e 2015.

 

Non un caso, dunque, che l'ex tennista (statunitense) James Blake parlando di Serena si sia espresso cos: La cosa che pi mi colpisce di Serena? La sua voglia di vincere e di non arrendersi mai. Lei mentalmente la persona pi dura del tennis femminile. Vuole vincere ogni singola partita e anche se in un match non gioca benissimo ha molte possibilit di trionfare proprio perch mentalmente non ha rivali. Serena senza dubbio un bene non solo per il tennis, ma per lo sport in generale. Se un giorno avessi la possibilit di giocare il doppio misto, mi piacerebbe scegliere lei come compagna.



 

 

COLLABORA


scrivi per InStoria



 

EDITORIA


GBe edita e pubblica:

.

- Archeologia e Storia

.

- Architettura

.

- Edizioni dArte

.

- Libri fotografici

.

- Poesia

.

- Ristampe Anastatiche

.

- Saggi inediti

.

catalogo

.

pubblica con noi



 

links


 

pubblicit


 

InStoria.it

 


by FreeFind

 

 


[REGISTRAZIONE AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA N 577/2007 DEL 21 DICEMBRE]


 

.